Notifica PEC nulla se l'agente di riscossione produce solo le copie delle 2 ricevute

CHIAMA ORA 06.86.10.702

Ai fini della validità della notificazione via pec l'agente di riscossione deve obbligatoriamente produrre in giudizio gli originali delle 2 ricevute di consegna e accettazione non avendo alcuna rilevanza giuridica la produzione delle copie di tali ricevute con conseguente annullamento delle cartelle poichè le copie non rispondono al requisito dell’integrità e dell’immodificabilità dell’art. 20 del D.Lgs. n. 82/2005. Sulla base del principio sopra indicato la CTP di Roma, con Sentenza n. 1715 del 26 gennaio 2017, ha affermato: che la validità della notifica a mezzo Pec è attestata rispettivamente dalla ricevuta dell’accettazione e da quella dell’avvenuta consegna, per cui, nel caso in cui vengano prodotte in giudizio, anziché i richiamati documenti informatici in originale, solo le stampe di dette ricevute, la relativa notifica Pec non può dirsi regolare,sia perché non sono in grado di comprovare quale atto effettivamente sia stato allegato al messaggio originale inviato al destinatario, sia perché trattasi di semplici fotocopie dalle quali non è possibile in alcun modo riconoscere l’originale.