Diritto Amministrativo

CHIAMA ORA 06.86.10.702

Titoli Edilizi – Costruzione Precaria

Rientrano nella nozione giuridica di “costruzione” per la quale occorre munirsi di idoneo titolo edilizio, tutti quei manufatti che, anche se non necessariamente infissi al suolo e pur semplicemente aderenti a questo, alterino lo stato dei luoghi in modo stabile, non irrilevante e non meramente occasionale.

Quindi, al fine di escludere la necessità di un titolo edilizio, i requisiti per poter definire precaria una costruzione possono essere individuati nella destinazione obiettiva finalizzata ad una esigenza contingente (e cioè ad una necessità temporanea), nell’intenzione originaria di rimozione della struttura da realizzarsi al venir meno della necessità del soddisfacimento dell’esigenza temporanea e nella provata esistenza del rapporto di strumentalità della struttura con la situazione di necessità temporanea: requisiti mancanti nel caso di specie.

T.A.R. Puglia, Bari, Sez. III, 17 luglio 2014, n. 942

 

E’ legittimo il provvedimento di annullamento per plagio della prova scritta del concorso per l’abilitazione alla professione di avvocato, nel caso in cui l’elaborato annullato ricalchi inequivocabilmente nella struttura, nei concetti espressi e nell’utilizzo stesso dei vocaboli, soluzioni di una traccia pubblicata.

T.A.R. Catanzaro Sez. II, 8 Aprile 2013, n, 379

La distribuzione di volantini a mano lungo le strade e in generale nei luoghi pubblici, anche in prossimità degli edifici (ove sono collocate le bussole che ospitano la posta ed il materiale pubblicitario) è un’attività essenzialmente libera e l’amministrazione non vanta poteri regolatori suscettibili di incidere direttamente nel rapporto tra gli operatori commerciali e i potenziali clienti

T.A.R. Puglia, Lecce, Sez. II, 26 maggio 2014, n. 1288